Caricamento Eventi

Conferenza Pubblica: il Dharma in azione

con la partecipazione della ven. Robina Courtin

presentazione del Liberation Prison Project

In occasione della visita in Istituto della Venerabile Robina Courtin avremo l’occasione di conoscerla, non solo come insegnante durante il ritiro (puoi leggere di più nella pagina dedicata nel calendario)ma anche come testimonial del Liberation Prison Project, attività sociale dedita al recupero della persona nelle carceri, attraverso l’introduzione del buddhismo e della meditazione, fondata da lei, negli Stati Uniti nel 1996 e poi diffusosi nel tempo anche in altre nazioni, come l’Australia, la Nuova Zelanda, la Spagna, il Messico e la Mongolia . 

Venerdì 24 gennaio alle 17.30  nella conferenza aperta al pubblico verrà presentato il Progetto nella sua realtà italiana e mondiale.
Nella prima parte della conferenza verranno presentate le attività di Liberation Prison Project Italia, la venerabile Robina interverrà a seguire, nella condivisione dell’esperienza “Dharma in azione” offrendo una prospettiva più ampia del progetto su scala mondiale.

Liberation Prison Project è attiva in Italia da più di dieci anni in alcuni istituti penitenziari con percorsi di consapevolezza individuali o di gruppo per i detenuti e per il personale penitenziario, e gode del patrocinio dell’Unione Buddhista Italiana.
Coloro che desiderano conoscere l’opera e i valori fondanti di Liberation Prison Project direttamente dalla voce della sua fondatrice, o che sono interessati a percorrere il programma di formazione per far parte della rete dei volontari dell’Associazione, sono invitati a partecipare alla conferenza.

Alle 21.00 del venerdì l’appuntamento prosegue assieme ai volontari di Liberation Prison Project e a coloro che hanno partecipato alla conferenza e vorranno unirsi nelle meditazioni e nell’ascolto dei consigli di Robina.
TRADUZIONE: La ven. Robina parla inglese. La traduzione in italiano, a cura della ven. Siiana Bosa, sarà simultanea per cui è necessario dotarsi di radio e auricolari.

è nato nel Kham nel 1968. Da bambino ha imparato a leggere e scrivere dalle scritture con suo zio, nel monastero vicino a casa. All’età di 13 anni ha intrapreso il viaggio in India per iniziare l’istruzione formale monastica nel Monastero di Sera Je. Ha quindi ricevuto i voti di novizio dell’ordinazione completa da Sua Santità il Dalai Lama.
Ghesce Sonam Ngodup
“E’ da poco tempo che ho scoperto cosa significa accettazione. E’ da poco che ho scoperto che si può soffrire di meno quando si accetta la realtà delle cose così com’è. Ho sempre combattuto contro la rabbia, la delusione e la frustrazione derivanti dalle aspettative che mi creavo per sfuggire dalla realtà … ora non succede più o molto meno. A volte questo cambiamento non siamo in grado di farlo da soli ma occorre saper chiedere aiuto per vedere le cose in modo diverso e riuscire a cambiare. La mia compagna e i miei famigliari si sono subito accorti del mio cambiamento e i colloqui con loro sono molto più sereni e piacevoli”. Condivisone in gruppo – Carcere di Bollate novembre 2019
Dal carcere di Bollate

Puoi conoscere molto di più sulle attività italiana del Liberation Prison Project:

sul sito web ufficiale, su Instagram, su Facebook, oltre ad avere maggiori informazioni sull’Associazione, potrai leggere testimonianze dei detenuti, articoli correlati e conoscere alcune delle persone già coinvolte ed attive all’interno di alcune carceri italiane.

Insegnante

Dettagli

Data:
24 gennaio 2020
Ora:
17:30 - 22:00
Categorie:

Luogo

Istituto Lama Tzong Khapa
via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia

View Map

Telefono:
050 685654
Sito web:
www.iltk.org

Eventi correlati

Etica secolare e servizio sociale
ABC della Meditazione
Modulo 1
Etica secolare e servizio sociale
ABC della Meditazione
Modulo 2