Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Il Sūtra sulla Saggezza all’ora della Morte e Addestramento Mentale in Sette Punti

Insegnamenti Online in collaborazione con Dharma Friends of Israel

10 | 17 | 24 aprile 2021

L’Associazione  Dharma Friends of Israel, in collaborazione con l’Istituto Lama Tzong Khapa  sono felici di offrire la traduzione italiana di una serie di insegnamenti online di Serkong Tsenshab Rinpoche il 10, 17 e 24 aprile 2021. Il giovane Rinpoche, che è considerato da Sua Santità il Dalai Lama e da Lama Zopa Rinpoche tra i più validi insegnanti di dharma di nuova generazione, conferirà insegnamenti sul Sūtra della Saggezza all’Ora della Morte e l’Addestramento mentale in sette punti di Geshe Chekawa.

Il Sūtra della Saggezza all’Ora della Morte è un breve sutra proveninente dal Terzo Giro della Ruota del Dharma, e affronta i concetti centrali del buddhismo Mahāyāna in relazione alle pratiche da svolgere nell’ora della morte.

 Al Buddha, mentre risiedeva nel regno di Akanishtha, fu chiesto dal bodhisattva Ākāśagarbha che tipo di saggezza dovrebbe essere coltivata dal bodhisattva quando sta per morire.

 Il Buddha rispose che, al momento della morte, un bodhisattva dovrebbe sviluppare la saggezza. Spiegò che un bodhisattva dovrebbe coltivare chiara comprensione del fatto che nessuna entità esiste veramente, una chiara comprensione della grande compassione, della non apprensione e del non-attaccamento, e una chiara comprensione del fatto che, poiché la saggezza è la realizzazione della propria mente, il Buddha non dovrebbe essere cercato altrove.

 Sebbene il Buddha si riferisca a queste istruzioni come alla saggezza nell’ora della morte, è implicito che questi insegnamenti possano essere coltivati e realizzati durante tutta la vita di un bodhisattva per prepararsi alla morte e raggiungere la liberazione.

Esistono due commentari scritti da autori indiani, uno attribuito a Śāntideva e l’altro a Prajñāsamudra, inoltre esistono sei commentari tibetani conosciuti, il più lungo e dettagliato dei quali è del settimo Dalai Lama, Kelsang Gyatso, il testo principale che Serkong Rinpoche seguirà nella sua spiegazione. 

L’Atyayajñāna sūtra è considerato particolarmente importante in diverse tradizioni buddhiste tibetane, ad esempio nelle tradizioni Dzogchen e Mahāmudrā.

 Diverse traduzioni di questo sutra possono essere trovate su Internet, per esempio nel sito 84000 Translating the word of the Buddha (https://84000.co/).

Il sūtra unitamente alle traduzioni dei commentari di Prajñāsamudra e Shantideva sono stati pubblicati online da Lhasey Lotsawa Translations (2015). Durante questi incontri seguiremo la traduzione di Ruth Sonam.

L’addestramento mentale in sette punti, fa parte di una serie di istruzioni sull’addestramento mentale portate in Tibet da Atisha. È una delle più importanti e influenti opere di addestramento mentale (lojong) e della pratica del “prendere e dare” (tonglen), ed è stata composta dal Maestro Sharawa nella struttura in sette punti, e sucessivamente trascritta dal suo discepolo Geshe Chekawa.

 I Sette Punti comprendono una pratica completa, inclusi la guida e le istruzioni che coprono tutti i punti essenziali del Buddismo Mahayana.

Programma degli incontri

Gli incontri si terranno nel mese di aprile per tre sabati consecutivi
:

  • 10 aprile 2021
  • 17 aprile 2021
  • 24 aprile 2021

ORARI DELLA DIRETTA STREAMING (ORA ITALIANA)

  • dalle 8:00 alle 9:30
  • e dalle 12:30  alle 14:00

Rinpoche insegnerà in lingua tibetana. Gli insegnamenti saranno tradotti in varie lingue, la principale sarà l’inglese con la traduzione di Simon Houlton e l’italiano con la traduzione di Fabrizio Pallotti.

Come partecipare

Per avere ulteriori informazioni per le modalità di partecipazione ti invitiamo a visitare la pagina del sito dedicata all’evento, dove troverai il link per accedere agli insegnamenti in diretta streaming>>

SOSTIENI L’EVENTO

Avere la preziosa opportunità di ricevere gli insegnamenti di Serkong Rinpoche è una grande benedizione per il beneficio di tutti. Questo è possibile grazie alla generosità, pratica fondamentale del Buddhismo Mahayana di chi fa una libera donazione.
Le donazioni ricevute verranno utilizzate per l’offerta del Mandala a Rinpoche e in parte come contributo alla spese sostenute per l’organizzazione dell’evento.

Puoi contribuire a sostenere l’evento tramite una donazione:

  • CON BONIFICO BANCARIO
    Beneficiario: ISTITUTO LAMA TZONG KHAPA
    INTESA S.PAOLO FILIALE ROSIGNANO SOLVAY VIA AURELIA 575/577/579
    57013 ROSIGNANO SOLVAY LI
    C/C IBAN IT 73 F 03069 25120 000 000 000 565
    BIC : BCITITMMXXX
    Causale: Donazione Evento Serkong Rinpoche 2021
  • CON CARTA DI CREDITO ATTRAVERSO PAYPAL

 

Insegnante

Serkong Tsenshap Rinpoche II

Tsenshab Serkong Rinpoche II

All’età di due anni, Tsenshab Serkong Rinpoche II (classe 1984) indicò la foto del Vice Tutore del XIV Dalai Lama recentemente scomparso e disse: “Sono io!”. Riconosciuto come la reincarnazione del precedente Tsenshab Serkong Rinpoche, il giovane tulku ricevette la sua formazione buddhista inizialmente presso il monastero di Ganden Jangtse, nell’India meridionale.

Dopo aver deciso di continuare la sua pratica del Dharma come laico, ha completato la sua formazione presso l’Istituto di dialettica buddista di Dharamsala. Su consiglio del Dalai Lama, ha completato due anni di studio intensivo di lingua inglese in Canada e sta continuando la sua formazione di alti studi buddhisti.

Rinpoche si sente privilegiato nel portare avanti le responsabilità di Tsenzhab Serkong Tugse Rinpoche a insegnare e beneficiare le persone il più possibile.
 Rinpoche insegna in India, combinando la sua esperienza di studio e pratica del buddhismo con la sua conoscenza del mondo occidentale.
Il giovane Rinpoche, è considerato da Sua Santità il Dalai Lama e da Lama Zopa Rinpoche tra i più validi insegnanti di dharma di nuova generazione, e i suoi insegnamenti sono pieni di saggezza, grazia e umorismo.

L’Istituto ha avuto il grande onore di poter ospitare Rinpoche nel giugno 2016, in cui ha conferito insegnamenti sul testo “La Lampada sul Sentiero per l’illuminazione” di Atisha. E’ stato un insegnamento molto ispirante e profondo con il quale Rinpoce ha ristabilito la sua connessione con l’Istituto. Rinpoche è tornato in vista sucessivamente nell’aprile 2019, e nel maggio 2020 ha conferito insegnamenti online (a causa della pandemia) sul Sorgere dipendente e Vacuità dal commentario Le Chiare Parole di Chandrakirti.

Tsenshab Serkong Rinpoche I

Kyabje Serkong Tsenshab Tugse Rinpoce nacque il 27 luglio 1914, nella zona di Loka nel Tibet meridionale. Suo padre fu uno dei maestri più importanti del secolo scorso, il grande Serkong Dorjee Chang, l’incarnazione di Marpa il traduttore; sua madre fu l’incarnazione della moglie di Marpa, Dagmema e Tsenshab Serkong Rinpoce l’incarnazione del figlio di Marpa, Dharmadode.
Serkong Tsenshab Rinpoce studiò con maestri provenienti da tutte e quattro le principali tradizioni del buddhismo tibetano.
Fu membro dell’università monastica Ganden Jangtse, dove conseguì il titolo di Ghesce Lharampa dopo quattordici anni di studio. Trascorse nove anni nel collegio tantrico del Gyume dove, superato tutti gli esami, ricoprì la carica di Maestro di disciplina, prima di essere nominato nel 1948 uno dei sette Tsenshab (assistenti spirituali) di Sua Santità il XIV Dalai Lama. Serkong Rinpoce servì Sua Santità con questa qualifica per il resto della sua vita e gli impartì molti lignaggi, iniziazioni e trasmissioni orali. Accompagnò Sua Santità in Cina nel 1954 e in esilio in India nel 1959 dove collaborò a stabilire l’Ufficio per gli affari religiosi e culturali. Si adoperò come uno dei principali consiglieri di Sua Santità, capo esecutore dei suoi riti religiosi personali, suo insegnante di conoscenze e competenze, come costruttore di mandala e suo attendente  spirituale per la comunicazione e la realizzazione delle sue decisioni.

Come un maestro di sutra e delle quattro classi del tantra, Serkong Rinpoce viaggiò molto in India e Nepal per dare insegnamenti e iniziazioni e aiutare i monasteri a ristabilire i loro rituali. Fece cinque viaggi a Spiti, allo stesso modo di Atisha e riformò e rivitalizzò i monasteri e la tradizione buddhista di quella remota regione montana;  fece anche due tour in Nord America e Europa.
Facendosi carico di tutti gli ostacoli al benessere ed opere di Sua Santità il Dalai Lama, Serkong Tsenshab Rinpoce lasciò il corpo nel pieno controllo e secondo le sue intenzioni il 20 agosto 1983 a Kyipar, Spiti, India.
In sua memoria, Sua Santità ha elogiato il suo Maestro come un vero e proprio Ghesce Kadampa, qualcuno che è rimasto sempre umile nel senso più vero.

Dettagli

Data:
10 Aprile 2021
Ora:
8:00 - 14:00
Categorie:
Offerta minima consigliata
30
Livello
Intermedio
Difficoltà
Intenso

Luogo

Istituto Lama Tzong Khapa
via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia
Telefono:
050 685654
Sito web:
www.iltk.org

Eventi correlati

Buddhismo
Amore e saggezza: gli...
Terzo soggetto
Buddhismo
Le meditazioni buddhiste
Primo Modulo - soggetto 2
Meditazione
Ritiro di Dharma e meditazione...
Organizzato online in streaming video