Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

La meditazione in azione. Sogno, Morte e Stadio intermedio.

Meditare le tre fasi della coscienza guidati dall'esperienza del ven. Lama Monlam

Secondo

Ancora una volta i Centri FPMT Italia avranno l’opportunità di incontrare l’amorevole saggezza espressa dagli insegnamenti del Ven. Ciampa Monlam.

Durante il tour italiano che si estende da ottobre a dicembre, porterà visita a tutti i discepoli incontrati in Italia negli anni passati fermandosi solo per partecipare agli insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Milano.

Durante queste giornate all’Istituto il soggetto degli insegnamenti,
“Sogno, morte e bardo (stadio intermedio)”, interesserà la parte pratica degli stati di coscienza in queste tre fasi. Verranno fornite istruzioni che approfondiranno i tre soggetti introdotti tra novembre e dicembre e ci concentreremo sulla parte pratica guidati dalla sua profonda esperienza.

” Il confronto più evidente che ogni essere vivente sperimenta è con la morte.
Nel buddhismo la morte fisica non determina una fine assoluta dell’esistenza, così come in altre filosofie e religioni.
La caratteristica che distingue il buddhismo è l’individuare nella morte, un processo di naturale cambiamento della coscienza dell’individuo che si conclude con una nuova rinascita:
“…..Quando si muore, la mente si riduce ad uno stato molto, molto sottile, come la mente di un Buddha.
Vi è poi un periodo di tempo tra le nascite, chiamato bardo (bar-do) in tibetano, durante il quale la mente assume un aspetto sottile.
Dal momento della nostra nascita, che inizia con il concepimento, la mente assume poi un aspetto più grossolano.
Questo processo è riconducibile a tutte le volte che ci addormentiamo:

  • Quando ci addormentiamo c’è una trasformazione, la mente diventa molto sottile.
  • Quando poi sogniamo abbiamo, nel sogno, uno speciale tipo di aspetto molto raffinato.
  • E quando ci svegliamo abbiamo un aspetto più grossolano che proviene dall’aspetto sottile.
    (Estratto da Dirigere la rinascita: il sistema tibetano dei tulku – Alexander Berzin, Jaegendorf, Germania, Giugno 1996.)

Programma degli insegnamenti

Per impegni inderogabili ed improvvisi, il ven. Lama Ciampa Monlam anticiperà la sua partenza al pomeriggio del giorno 28. Il ritiro proseguira comunque, come previsto, fino alle 13.00 di giovedì con le sessioni di meditazione e di discussioni delle venerabili, Siliana Bosa e Lucia Bani.

Lunedì 26
20.30-21.30 – Insegnamenti con il Ven. Lama Ciampa Monlam
Martedì 27 e Mercoledì 28
7.00 – 8.00
Meditazione ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
10.00-12.00
Insegnamenti con il Ven. Lama Ciampa Monlam
15.30 – 16.30
Domande e risposte ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
18.00 – 19.00
Meditazione ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
21.00 – 22.00
Meditazione ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
Giovedì 29
7.00 – 8.00
Meditazione ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
10.00-11.00
Meditazione ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani
11.30 12.30
Discussione conclusiva ven. Siliana Bosa/ven. Lucia Bani

Diretta streaming, collegandosi al link: http://multimedia.iltk.org:8000/radio

  • Dal 30 settembre al 2 ottobre
    “Come gestire la sofferenza”
    al Centro Cenresig , a Bologna
    http://www.cenresig.org/
  • Dal 7 al 9 ottobre
    ” Bodhicitta relativa e Bodhicitta assoluta”
    al Centro Lama Tzong Khapa, a Treviso
    http://www.centrolamatzongkhapatv.it/
  • Dal 26 al 30 ottobre
    ” Le sei perfezioni”
    al Centro Kushiling, ad Arco di Trento
    http://www.kushi-ling.com/
  • Dal 4 al 6 novembre
    Argomento da definire
    al Centro Tara Cittamani, a Padova
    http://www.taracittamani.it
  • Dal 10 al 13 novembre
    “I diversi aspetti della pratica di Tara Bianca”
    al Centro Drolkar, a Genova
    http://www.sabsel.com
  • Dal 18 al 20 novembre
    ” La pratica del Guru Yoga”
    al Centro Ewam, a Firenze
    htpp://www.ewam.it/
  • Dal 25 al 27 novembre
    “La meditazione in azione. Metodi per trasformare ogni momento della vita in opportunità”
    basato su Lojong in otto stanze di Langri Tanpa Dorje Senghe
    all’Istituto Lama Tzong Khapa, a Pomaia
    http://www.iltk.org
  • Dal 6 all’11 dicembre
    “Il metodo in 11 punti per sviluppare bodhicitta”, insegnamenti e meditazioni.
    La sintesi del metodo in sette punti, più i 4 punti dello scambiare sè stessi con gli altri.

    al Centro Muni Ghyana, di Palermo
    http://centromunigyana.it
  • Dal 16 al 18 dicembre
    Sogni, Morte, Bardo: presentazione dei tre stadi della coscienza
    all’Istituto Lama Tzong Khapa, a Pomaia
    http://iltk.org
  • Dal 26 al 29 dicembre
    Sogni, Morte, Bardo: meditare su i tre stadi della coscienza
    all’Istituto Lama Tzong Khapa, a Pomaia
    http://iltk.org

Il ven. Lama Ciampa Monlam insegnerà anche:

  • ad Abbiate Grasso,
    dal 14 al 16 ottobre
    “Consigli per sviluppare una mente gioiosa”
    Silvana 3493700565
    Roberto 3475517756
  • a Napoli, sede dell’Istituto Lama Tzong Khapa
    dal 2 al 4 dicembre
    Argomento da definire
  • al Carcere di Bollate, a Milano
    il 12 ottobre
    “Incontro con i detenuti”

Insegnante

ven. Lama Ciampa Monlam

Lama Ciampa Monlam (Preghiera d’amore) nasce in Tibet nel 1926 da una famiglia di nomadi. All’eta di 4 anni entra nel monastero Tsecioling dove acquisisce il titolo di “Maestro di cerimonia” per il tempio di Lokesvara situato all’interno del Potala Nel 1962 a causa dell’invasione Cinese fugge dal Tibet, si rifugia prima in India e poi in Nepal nel monastero Samtenling a Bhodnat dove stringe amicizia con Lama Tubten Yeshe. Quando nel 1972 Lama Yeshe lascia il monastero per fondare Kopan, Lama Monlam, al quale era stata offerta la carica di abate, rinuncia all’incarico e decide di dedicarsi intensamente alla meditazione. I primi 9 anni di ritiro li trascorre in una minuscola capanna sulla collina di Swayambu (tempio delle scimmie) dopo di che viene invitato da dei discepoli Nepalesi a vivere e meditare al tempio di Vajra Yogini a Parpin dove continua incessantemente la sua pratica in relazione alle divinità di Tara Bianca, Vajra Yogini e Yamantaka inoltre perfeziona le sue doti di guaritore. A meta’ degli anni 90 comincia ad avere discepoli occidentali tra i quali Valentino Giacomin fondatore dell’Alice Projet, una scuola sperimentale per bambini disagiati con sede a Sarnat e Bodhgaya nel nord dell’India. Nel 2005 su disposizioni del Dalai Lama ne diventa guida spirituale. Grazie alla sua abilita di scultore modella le statue del tempio di Tara costruito all’interno della scuola e dirige la costruzione di due Stupa commissionati da Valentino. Nel 2006durante la seconda visita in Italia diventa consigliere e guida spirituale di Stupa Onlus di Pomaia e comincia in forma privata ad insegnare. Nel 2009, 2011e 2013 viene invitato dall’Istituto Lama Tzong Khapa: per insegnare nei centri F.P.M.T. Italiani. Dal 2005 e ‘assistito e tradotto dalla nipote Anila Tenzin Tsomo del monastero di Kopan. Lama è solito definirsi un semplice monaco ma dietro quest’umiltà si manifestano doti di grande compassione e profonda conoscenza della pratica Buddista.

Dettagli

Inizio:
26 dicembre 2016 | 20:30
Fine:
29 dicembre 2016 | 12:30
Categorie:
Offerta minima consigliata
€ 50
Livello
Intermedio
Difficoltà
Intenso

Luogo

Istituto Lama Tzong Khapa
via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia
Telefono:
050 685654
Sito web:
www.iltk.org

Eventi correlati

Buddhismo
La tradizione del Lam Rim
Ritiro di studio abbinato alla logica e al dibattito
Arte della Felicità
L'Arte della felicità
Settimo Soggetto-riservato a chi è iscritto all'intero programma