Caricamento Eventi

L’impermanenza è vita. Comprendere la morte per risvegliarsi alla vita.

yogasāna - meditazione - dharma

La necessità di monitorare le presenze in Istituto nel rispetto delle regole sanitarie nazionali legate al Covid, ci richiede un piccolo sforzo in cui la tua collaborazione è fondamentale per poter tornare di nuovo a vivere con gioia e in contatto diretto tutte le nostre attività.

Ti chiediamo di leggere le nuove regole per l’iscrizione al corso e di compilare il form come richiesto.
Senza seguire questa indicazioni non possiamo garantire la tua partecipazione al ritiro.

Grazie per la tua collaborazione

Questo ritiro è dedicato agli insegnamenti del Buddha sulla vera natura di vita e morte, sul divenire e sull’impermanenza di tutti i fenomeni.
L’origine di ogni nostra paura e sofferenza è la paura della morte, la paura di diventare nulla: più cerchiamo distrazioni da questa paura primordiale, più essa diventa potente e condiziona la nostra vita.
Avere paura della morte significa avere paura della vita perché vita e morte sono fenomeni interdipendenti, di per sé vuoti:
non c’è l’uno senza l’altro, e la loro danza crea a livello relativo la realtà dinamica e in continuo mutamento di cui siamo parte.

Comprendere la morte e la natura impermanente di ogni fenomeno ci libera dalla paura e ci rende liberi di vivere pienamente ogni momento della nostra vita. Avere paura della morte significa non aver compreso che i fenomeni a livello assoluto non muoiono davvero.

Faremo due sessioni di āsana, le posture dello yoga, per risvegliare il corpo vivendolo come potente strumento di concentrazione della mente.
Mediteremo sull’ impermanenza: nascita, morte, non-nascita e non-morte.
Ascolteremo insegnamenti di Dharma sulla vita e sulla morte.

COSA PORTARE: Tappetino yoga se lo si ha e coperta per il rilassamento. Chiavetta USB per acquistare registrazioni delle pratiche che verranno proposte.

Il corso è aperto a tutti.
Verrà rilasciato un attestato di partecipazione finale con il numero delle ore di pratica e studio effettuate.

Per avere informazioni riguardo ai contenuti del corso si può contattare DRUMA YOGA (info@drumayoga.it / 055 579370); per prenotarsi è invece necessario telefonare alla segreteria dell’’Istituto Lama Tzong Khapa allo 050 685654.

Venerdì 30 Ottobre
18,o0 Inizio ritiro
19,30 Cena
21,15 Meditazione
Sabato 31
7,15 Meditazione
9,30 Insegnamento di Dharma
11,15 Posture dello Yoga
13,15 Pranzo
16,30 Posture dello Yoga
18,00 Meditazione
19,00 Insegnamento di Dharma
20,00 Cena
21,00 Meditazione
Domenica 1 Novembre
7,15 Meditazione
10,00 Insegnamento di Dharma
11,30 Condivisione
13,00 Pranzo

*** il programma può essere soggetto a lievi variazioni ad eccezione dell’orario di inizio della prima sessione e dell’orario di fine dell’ultima sessione

DRUMA YOGA, via Luigi Lanzi 12, 50134 Firenze – Tel. 055 579370 / 347 8070072
www.drumayoga.it / info@drumayoga.it
ISTITUTO LAMA TZONG KHAPA, via Poggiberna, Pomaia, Pisa – Tel. 050 685654
www.iltk.org

Quota di partecipazione

€100,00.
Il costo del vitto e dell’alloggio, non incluso nella quota corso, dipende dalla sistemazione che si sceglie: dormitorio, singola, doppia, tripla o quadrupla, casetta di legno.
Tutti gli alloggi sono provvisti di lenzuola e federe. Il telo doccia è disponibile in tutte le camere ad eccezione dei dormitori e delle camere multiple. I pasti sono vegani-vegetariani.

Modalità di iscrizione

In seguito alle disposizioni ministeriali potranno accedere alla sala adibita al corso un massimo di 35 persone.

Per consentirci di rispettare queste disposizioni per partecipare al corso è indispensabile iscriversi compilando il form, che troverai a fondo pagina e subito dopo contattare la segreteria per prenotare alloggio e pasti.

L’iscrizione sarà ritenuta effettiva solo ad avvenuta ricezione della quota di partecipazione € 100 che dovrà pervenire al massimo entro 7 giorni dalla compilazione del form. L’iscrizione decadrà entro questo termine previa richiesta di proroga diretta alla segreteria dell’Istituto Lama Tzong Khapa.
Troverai i dati per effettuare il pagamento tramite bonifico nella mail di conferma che riceverai dopo aver compilato il form.

  • Verrà data priorità alle iscrizioni che includono l’alloggio presso l’Istituto e il Borgo di Pomaia.
    Le iscrizioni verranno aperte ai “solo corso” solo per i posti ancora disponibili in sala e saranno gestite con una lista di attesa ordinata in base alla data in cui è pervenuta alla segreteria la richiesta di partecipazione.
  • Gli accessi alle sale saranno monitorati:
    gli iscritti prima di accedere alla sala dovranno registrarsi in segreteria e ritirare una tessera magnetica che consentirà l’ingresso alla sala attraversando un tornello ad apertura controllata.
    Senza la tessera magnetica non potrai accedere agli insegnamenti entrando in sala!
    Nelle sale in cui non è presente il tornello gli accessi saranno comunque monitorati con l’uso di registri presenze.
    Ti chiediamo quindi di arrivare in Istituto calcolando il tempo necessario per recarti in segreteria.
  • Come assistere agli insegnamenti:
    In sala è indispensabile indossare la mascherina e mantenere le distanze previste:
    E’ richiesto di venire provvisti della mascherina.
    In Istituto sono collocati in più punti, ed anche davanti alle sale, i dispenser con il gel disinfettante per le mani, è comunque consigliato di venire dotati di una propria riserva.
    Le sedute saranno posizionate in modo che ogni persona mantenga la distanza di un metro dall’altra ed è quindi importante che ogni volta che lasci la sala, riposizioni correttamente il tuo cuscino/sedia.
    Per ogni presente sarà messo a disposizione un solo cuscino di meditazione ed un zafu (cuscino tondo) o una sedia. Se hai necessità di un numero di cuscini ulteriore per stare comodo ti chiediamo di portarlo da casa.
  • Gli orari di inizio dei corsi
    Tutti i corsi avranno inizio al pomeriggio del primo giorno, la prima sessione non sarà più serale, per permettere agli iscritti di recarsi in segreteria e ritirare la tessera magnetica.
  • Gli alloggi
    I soggiorni verranno effettuati e saranno gestiti in osservanza delle disposizioni vigenti in materia Covid-19.

Abbiamo raggiunto il numero di richieste consentito per la partecipazione all'evento. Contatta la segreteria per sapere se si sono liberati dei posti ed inserirti nel corso scelto.

Insegnanti

Cristiana Biogli

Cristiana Biogli (1975), compiuti studi classici liceali, si laurea con lode in Filosofia Morale presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze. Durante i primi anni universitari (1996) si avvicina alla pratica dello yoga che non abbandona più e l’incontro con Sergio Busi nel 2002, suo futuro marito, segna l’inizio della sua esperienza di insegnante yoga. Insieme fondano nel 2004 a Firenze il DRUMA YOGA, Associazione Culturale che si propone di diffondere la pratica e lo studio dello yoga in quelli che dagli autori sono considerati i suoi pilastri fondamentali: āsana e pranayama, meditazione e studio della filosofia. La pratica yoga che propone è un integrazione fra le tecniche di asana e pranayama proprie dell’hatha-yoga e gli insegnamenti e le pratiche di meditazione del Buddhismo zen trasmesse dal Ven. Thich Nhat Hanh.

Nel 2020 pubblica con Mimesis il suo primo libro, scritto a quattro mani con Sergio, “YOGA E KLESA. LE AFFLIZIONI MENTALI E IL METODO YOGA CHE RIMUOVE LA SOFFERENZA. Negli Yogasutra di Patanjali e nella filosofia classica indiana”.

Sergio Busi

Sergio Busi (1959) vive in India per 14 anni (1982-1996) dove studia filosofia e teologia indiana, e pratica lo yoga secondo i metodi tradizionali monastici, ottenendo l’abilitazione all’insegnamento.
Dal 1996 al 1998 vive a Katmandu, studiando e praticando gli insegnamenti del buddhismo Mahayana con i Lama tibetani ivi residenti. Tornato in Italia, si laurea con lode in Gnoseologia al Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze. Dal 1998 conduce corsi e ritiri di yoga, meditazione, filosofia indiana e Dharma in tutta Italia, e dal 2004 è Presidente dell’Associazione Culturale DRUMA YOGA di Firenze fondata insieme alla moglie Cristiana.
Dal 2002 al 2017 pratica yoga con i detenuti delle case circondariali di Firenze, l’Istituto Penitenziario “Mario Gozzini” e il carcere di Sollicciano.
Dal 2013 al 2015 è insegnante di yoga dell’ACF Fiorentina e nella stagione 2016/2017 dell’AC Milan.
Nel 2020 pubblica con Mimesis il suo primo libro, scritto a quattro mani con Cristiana, “YOGA E KLESA. LE AFFLIZIONI MENTALI E IL METODO YOGA CHE RIMUOVE LA SOFFERENZA.
Negli Yogasutra di Patanjali e nella filosofia classica indiana”.

Dettagli

Inizio:
ottobre 30 | 18:00
Fine:
novembre 1 | 13:00
Categorie:
Price:
€ 100,00

Luogo

Istituto Lama Tzong Khapa
via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia

View Map

Telefono:
050 685654
Sito web:
www.iltk.org

Eventi correlati

Etica secolare e servizio sociale
ABC della Meditazione
Modulo 1
Arte della Felicità
L'Arte della felicità: coltivare...
riservato a chi è iscritto all'intero programma