Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Aspirare allo stato del pieno risveglio e addestrarsi nelle azioni dei bodhisattva

Seguendo il percorso tracciato dalle Quattrocento Stanze, di Aryadeva.

in presenza e online per i soci

Ciascuno dei singoli Moduli tratta contenuti fruibili di volta in volta, pur rappresentando una precisa tappa dell’intero Corso.

I primi capitoli, insegnando nel giusto modo le attitudini di un individuo di capacità intermedia, hanno portato alla comprensione che rimanere nell’esistenza ciclica sotto l’influenza del karma contaminato e delle afflizioni mentali è simile all’essere intrappolati in una fossa infuocata, e che quindi è impellente sapere e adoperarsi per emergerne in modo definitivo. Indirettamente quelle spiegazioni inducono poi le persone che hanno una disposizione mahayana, a generare la speciale mente della grande compassione.

Si sta procedendo quindi con l’esposizione delle riflessioni e dei metodi effettivi da utilizzare per progredire gradualmente verso l’eliminazione di ogni nostro limite ed afflizione (cause di sofferenza) e la piena maturazione di ogni nostra qualità positiva (cause di felicità), fino al raggiungimento dello stato del perfetto risveglio proprio degli esseri illuminati, per metterci con sempre più numerosi ed efficaci mezzi abili al servizio di ogni altro essere senziente.

Aryadeva nacque tra il II e III secolo d.C. nello Sri Lanka, come figlio del re Pancasrnga, ma nonostante fosse destinato al trono preferì rinunciarvi e assumere l’ordinazione monastica. Memorizzò tutti gli insegnamenti theravadin prima di recarsi a Shriparvata, dove studiò il Mahayana, la Prajnaparamita e la filosofia Madhyamaka, diventando il principale discepolo di Nagarjuna, ed esperto in tutti i sistemi filosofici buddhisti e non buddhisti.

Ad Aryadeva – che fu per molto tempo abate dell’Università monastica di Nalanda – si deve la composizione dei trattati fondamentali del Madhyamaka, tra i quali appunto Le Quattrocento Stanze.

Il tema specifico di questo Modulo è:

Abbandonare l’attaccamento agli oggetti dei sensi

Normalmente non riconosciamo l’influenza che gli oggetti dei sensi hanno su di noi. Non solo cerchiamo di soddisfare costantemente i nostri desideri sensoriali, ma i criteri estetici della nostra società o di suoi settori e le nostre preferenze innate o acquisite riguardo agli oggetti dei sensi influenzano negativamente il nostro giudizio e il modo con cui ci relazioniamo agli altri.

La nostra bramosia per nuove ed eccitanti esperienze sensoriali e la natura compulsiva dell’attenzione verso di esse indica la presenza dell’attaccamento, che sovente ci deruba del piacere atteso e genera un’ansietà di fondo.

Quanto più è intenso l’afferrarsi, tanto più l’ansia è forte e siamo vulnerabili alla frustrazione, che può anche arrivare a esprimersi come collera. Nonostante le ripetute delusioni, continuiamo però a inseguire il piacere inafferrabile che gli oggetti dei sensi sembrano promettere. Anche se possiamo comprendere che la ricerca della gratificazione sensoriale è futile e dà origine a malattie, problemi e a ogni genere di sventure, rimaniamo agganciati alla speranza di trovare la felicità in quel modo.

L’essere attratti non è qualcosa di superficiale bensì di base per noi esseri del ‘reame del desiderio’, così denominato proprio a causa della nostra continua preoccupazione per gli stimoli sensoriali. Riflettere ripetutamente sulla effettiva natura degli oggetti dei sensi e la loro inadeguatezza a procurare una felicità durevole ci aiuterà a diminuire la nostra ossessione per essi, e a progredire nella ricerca e nell’acquisizione di modelli di comportamenti fisici e mentali validi e salutari, per affrancarci da atteggiamenti che in ultimo arrecano sofferenza, e anche inquinano i nostri rapporti con gli altri.

PROGRAMMA INDICATIVO DELLE SESSIONI

PROGRAMMA DELLE SESSIONI

Tutor: Fiorella Rizzi

Venerdì 15 Marzo

  • dalle 17:30 alle 19:00 – Insegnamenti con il Maestro

Sabato 16 Marzo

  • dalle 7:30 alle 8:00  – Meditazione, con il tutor
  • dalle 9:15 alle 9:45  –  Riepilogo/approfondimenti, con il tutor
  • dalle 10:00 alle 12:00 – Insegnamenti con il Maestro
  • dalle 15:00 alle 17:00 – Insegnamenti con il Maestro
  • dalle 18:00 alle 19:00 Sessione di domande e risposte, con il tutor

Domenica 17 Marzo

  • dalle 7:30 alle 8:00  –  Meditazione, con il tutor
  • dalle 9:15 alle 9:45 – Riepilogo/approfondimenti, con il tutor
  • dalle 10:00 alle 12:00 – Insegnamenti con il Maestro

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

1) PARTECIPAZIONE IN PRESENZA

  • Per partecipare al corso è indispensabile iscriversi compilando il form,  a fondo pagina sia che tu intenda alloggiare in Istituto o al Borgo, sia che tu scelga di alloggiare fuori. 
    Appena inviato il form riceverai nella tua casella di posta il riepilogo dei dati inviati.
    Fai attenzione, perchè se non ricevi la mail conferma, significa che l’invio del form non è andato a buon fine.
    A pochi giorni dall’invio del form sarai contattato dalla segreteria della struttura di riferimento che ti risponderà confermando la prenotazione in base alle preferenze da te indicate oppure,  proponendoti un’alternativa.
  • Le iscrizioni verranno aperte ai “solo corso” solo per i posti ancora disponibili in sala e saranno gestite con una lista di attesa ordinata in base alla data in cui è pervenuta alla segreteria la richiesta di partecipazione.
    QUOTA DI PARTECIPAZIONE: non è richiesta una quota di partecipazione ma è consigliato fare un’offerta (suggerito 60 euro), utilizzando il link Pay Pal che trovi a fondo pagina oppure, una volta arrivato all’Istituto, rilasciandola in segreteria.

2) PARTECIPAZIONE IN STREAMING

A partire da gennaio 2024 è possibile per tutti gli associati 2024 avere accesso alle dirette zoom degli insegnamenti con i Maestri residenti, Ghesce Tenzin Tenphel e Ghesce Jampa Gelek.

  • Tramite il sito iltk.org inserendo prima le credenziali per il login (user e password scelti al momento dell’iscrizione) nella sezione area soci dal menù principale e, successivamente, seguire le indicazioni descritte alla pagina  https://www.iltk.org/streaming-soci/
  • Se desideri associarti adesso per accedere al servizio di diretta streaming con i nostri Maestri, puoi farlo seguendo le indicazioni che trovi alla pagina https://www.iltk.org/diventasocio/. L’attivazione del servizio richiede alcuni giorni dal momento dell’associazione, se desideri seguire gli insegnamenti del fine settimana con i Maestri ti consigliamo di associarti con almeno una settimana di anticipo.

I benefici derivati dalla partecipazione ad un ritiro sono innumerevoli. I giorni dedicati ad una pratica intensiva di meditazione possono portare ad una profonda conoscenza di sé e a far conoscere quanto sia possibile nutrire ed accrescere le attitudini positive che sono presenti in ogni essere vivente. Per questa ragione vuole essere offerta l’opportunità di partecipazione a chi, pur riconoscendone l’importanza per il proprio e l’altrui benessere, ha serie difficoltà economiche.

Attraverso l’offerta consigliata invitiamo il partecipante ad un gesto che sia etico e consapevole che compara le proprie possibilità economiche con l’apprezzamento per ciò che ha ricevuto dal ritiro e che, con generosa saggezza, possa essere causa e condizione per la continuità delle attività legate al dharma, non solo per stesso ma anche per altri in futuro.

La richiesta di un’offerta minima consigliata è riconducibile all pratica del dāna che nel pensiero buddhista, ha l’effetto di purificare e trasformare la mente del donatore.
La generosità sviluppata attraverso il dare conduce all’esperienza della ricchezza materiale e a rinascere in stati felici. Nel Dighajanu Sutta del Canone dei Pāli, la generosità, viene identificata come uno dei quattro tratti che condizionano la felicità e la ricchezza nella prossima vita.

Viceversa, la mancanza di donazioni porta a stati infelici e povertà.
Dāna si collega ad una delle 6 pāramitās o perfezioni, il dānapāramitā, generosità distaccata e incondizionata, dare e lasciar andare. [Citazione necessaria]

I buddisti credono che dare senza cercare nulla in cambio porti ad una maggiore ricchezza spirituale. Inoltre, riduce gli impulsi all’attaccamento ai beni materiali che alla fine portano a continue sofferenze.

Dopo aver segnalato la propria partecipazione alla segreteria dell’Istituto Lama Tzong Khapa, riceverai una mail che riassumerà i dati della prenotazione.
Entro il termine del ritiro potrai lasciare in segreteria l’offerta.

15/17 marzo 2024-Insegnamenti con il ven. Ghesce Jampa Gelek

I campi segnati con asterisco* sono richiesti

TI RICORDIAMO CHE:
TUTTI ALLOGGI IN ISTITUTO HANNO I BAGNI CONDIVISI.
TUTTI ALLOGGI AL BORGO HANNO IL BAGNO IN CAMERA.

Trattamento dei dati sensibili
l'Istituto Lama Tzong Khapa si impegna a proteggere la privacy dei propri utenti e a tutelare i dati personali raccolti nel rispetto del nuovo "Codice in materia di protezione dei dati personali" ai sensi dell'art.13 del D.Lgs.196/03. Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/03 e s.m.i., il richiedente consente il trattamento dei dati per le finalità dirette e correlate all’iscrizione al corso di studi. Sulla base del Regolamento UE 2016/679 sulla Protezione dei Dati personali (GDPR) in vigore dal 25/05/2018 i dati sono utilizzati esclusivamente per le ordinarie attività.
Tali dati non verranno condivisi, venduti, affittati o noleggiati a soggetti terzi.

Informativa sulla privacy completa >>>

 

Insegnante

ven. Ghesce Jampa Gelek

Venerabile Ghesce Jampa Gelek è un ghesce lharampa che oltre ad avere concluso con successo gli studi a Sera Ge, ha anche approfondito la sua preparazione nel tantra, ed è perciò qualificato anche nel dare iniziazioni e commentari.

Dettagli

Inizio:
Marzo 15 | 17:30
Fine:
Marzo 17 | 12:30
Categorie:
Offerta minima consigliata
30€
Livello
Intermedio
Difficoltà
Facile

Luogo

Istituto Lama Tzong Khapa
via Poggiberna 15
Pomaia, Santa Luce (PI), 56040 Italia

View Map

Telefono:
050 685654
Sito web:
www.iltk.org

Eventi correlati

Buddhismo
Aspirare allo stato del pieno...
in presenza e online per i soci
Buddhismo
Cos'è il buddhismo
RITIRO CONCLUSIVO-Riservato a chi ha frequentato almeno due moduli del percorso